Interrogazione in Senato sulla discarica di Chalamy. Lanièce: governo riveda impugnazione legge

Pin It

Il sentore del gruppo per le Autonomia annucia una interrogazione urgente sul contestato sito per rifiuti inerti speciali a Issogne

 

discarica di ChalamyAOSTA. Il senatore del gruppo per le Autonomie, Albert Lanièce, annuncia la presentazione di una interrogazione urgente al governo sulla discarica di Chalamy, ad Issogne, "chiedendo di aprire un confronto con la Regione Valle d'Aosta sull'impugnativa delle leggi regionali che puntavano ad evitare la proliferazione di nuove discariche".

"C'è grande preoccupazione - scrive il parlamentare valdostano - per l'impatto che avrebbe una discarica per inerti speciali in una zona che si trova ai piedi del Parco Naturale del Mont Avic. A questo s'aggiunge che l'area è delimitata ad ovest dal torrente Chalamy e a Est dalla Dora Baltea, un'area venutasi a formare nel corso degli anni dai depositi del torrente "Chalamy" e su cui vigono i vincoli più restrittivi del punto di vista idrogeologico".

Lanièce ricorda la raccolta firme dei cittadini e spiega che "la legge regionale non puntava ad ostacolare la libera circolazione dei rifiuti speciali, ma a evitarne l'incentivazione, perché in un piccolo territorio come il nostro la loro sostenibilità economica potrebbe essere garantita solo attraverso un aumento esponenziale dell’importazione di rifiuti". Si tratta dunque di una legge che "mirava a risolvere il problema dell’eccessivo afflusso di rifiuti per un territorio a limitata capacità ricettiva, senza per questo essere lesiva delle prerogative dello Stato centrale".



Ennio jr Pedrini

 

 

© 2020 Aostaoggi.it