M5s, 'valdostani si liberino dei cattivi amministratori'

I consiglieri regionali contro UV e AV che 'non vogliono destinare i soldi pubblici alla soluzione dei problemi causati dall'emergenza Covid'


Consiglio regionaleAOSTA. "È ora che i valdostani ritornino a gestire oculatamente le proprie risorse, liberandosi dei cattivi amministratori che, fino ad ora, hanno solo saputo trasformarle in sprechi, debiti e voti!". Lo affermano in una nota i consiglieri regionali del Movimento 5 stelle sull'approvazione del terzo pacchetto di misure anticrisi per l'emergenza Covid-19 approvato la scorsa settimana dall'assemblea valdostana.

"Apprendiamo con sorpresa - affermano i consiglieri - che Union Valdôtaine e Alliance Valdôtaine non vogliono destinare i soldi pubblici stanziati con l'assestamento di bilancio alla risoluzione dei problemi causati dall'emergenza da Covid-19. Con il vincolo di destinazione da noi proposto, i Comuni dovranno utilizzare le risorse pubbliche per ciò di cui, oggi, hanno davvero bisogno, cioè fronteggiare una gravissima emergenza che, nella nostra regione, ha causato la morte di 146 persone". 

"Come negli ultimi vent'anni di amministrazione della Valle d'Aosta - aggiungono i consiglieri del M5S -, anche questa volta la gestione dell'Union Valdôtaine & Co ha ribadito che le opere pubbliche devono servire soprattutto a chi le realizza e solo dopo a chi dovrà usufruirne e pagarle, cioè ai cittadini. Il tempo per chi pensa che la "buona amministrazione" consista nel distribuire soldi, sia a pioggia sia agli "amici", è finito".

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it