Renaissance VdA contro Cognetta: gravi le dichiarazioni sui sindaci

Il presidente Girardini: 'parlare in termini generici di illeciti è demogogico e populista'

 

Giovanni GirardiniAOSTA. Le dichiarazioni del consigliere regionale Roberto Cognetta sui sindaci sono "infondate" e "di particolare gravità in quanto irrispettose del ruolo e del lavoro profuso ogni giorno dai primi cittadini dei nostri 74 Comuni e dalle loro Giunte". È quanto si legge in una nota di Renaissance Vallée d'Aoste - Rinascimento Valle d'Aosta di commento sulle dichiarazioni dell'esponente di Vdalibra (leggi l'articolo su Aostaoggi.it).

Secondo il presidente Giovanni Girardini "non vi è alcun senso nell'attaccare le indennità dei sindaci in quanto corrispondono a responsabilità e compiti precisi, ampi e molto gravosi e comunque se vale questo principio allora vanno analizzate anche le indennità dei consiglieri regionali, peraltro ben più elevate".

"Inoltre - prosegue - parlare in termini del tutto generici e senza riferimenti puntuali e circoscritti di favori e comportamenti presunti illeciti a carico dei sindaci e delle loro giunte è un'attitudine che riteniamo demagogica e populista, figlia di un fare politica che non condividiamo nel modo più assoluto".

Il presidente del movimento spiega di essere "a favore di una maggiore autonomia finanziaria dei Comuni rispetto al Palazzo Regionale con riferimento almeno ai fondi a copertura della gestione ordinaria, sottraendo i sindaci a eventuali rischi di sudditanza e dipendenza di colore e di partito da parte di chi Governa in Giunta regionale".

 

C.R.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it