Marguerettaz (UV): ragionare insieme per un'ordinanza che dia risposte

'Dare colpe non risolve i problemi, bisogna lavorare per far trascorrere i 14 giorni nel miglior modo possibile'

 

Aurelio MarguerettazAOSTA. "Occorre ragionare insieme per permettere al Governo valdostano e al Consiglio regionale di approvare un'ordinanza che in questa situazione dia risposte e interpretazioni per risolvere alcuni punti". Così il capogruppo dell'Union Valdôtaine, Aurelio Marguerettaz, questa mattina in Consiglio Valle durante la discussione sull'assegnazione della Valle d'Aosta alla fascia rossa.

"Alcune concessioni sono terapeutiche - ha affermato Marguerettaz -. Il Dpcm si propone di evitare gli assembramenti ed evitare che si trasmetta il contagio, ma il nostro territorio ha delle specificità che possono essere salvaguardate. Concentriamoci per risolvere le questioni pratiche oggi e diamo forza al nostro presidente della Regione in modo che possa contrattare con il governo centrale un approccio diverso rispetto all'attuale".

"Dire 'noi non ci arrendiamo, noi vogliamo la revoca della zona rossa' è legittimo, ma non credo che in questo modo si faccia un buon servizio alla nostra comunità - ha affermato ancora il capogruppo unionista ribattendo alle affermazioni dell'opposizione -. Se i dati sono sbagliati il ravvedimento del governo centrale è automatico. Da parte nostra, se i dati comunicati fossero sbagliati, è automatico intervenire sul responsabile dell'errore". Inoltre "dare la colpa a qualcuno non risolve i problemi". 

Adesso bisogna "prendere tutti i provvedimenti per far sì che i 14 giorni passino nel miglior modo possibile e che poi si torni all'apertura delle attività".

 

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it