Una società di scopo per la partecipazione della Valle d'Aosta all'Expo 2015

AOSTA. Il governo valdostano punta ad istituire una società ad hoc per coordinare la partecipazione della Valle d'Aosta all'Expo di Milano del prossimo anno.

La costituzione di una società per azioni di scopo, denominata Expo VdA, è prevista in una proposta di legge varata oggi dalla Giunta regionale che indica in 50.000 euro l'ammontare del capitale sociale.

La Expo VdA avrà una durata limitata, fino al 31 dicembre 2017, ed un socio unico, la Regione. Dovrà allestire e gestire gli spazi dei padiglioni istituzionali e, come si legge nella relazione che accompagna il testo, e si occuperà anche di "ogni attività utile alla promozione turistica e di immagine della Regione correlate alla partecipazione" all'evento universale. Per farlo avrà a disposizione un fondo di 1.600.000 Euro per gli anni 2014 e 2015 (600.000 € per l'anno in corso, 1 milione per il prossimo), con possibilità di ricorrere al "reperimento di ulteriori fonti di sostegno finanziario".

Il disegno di legge, ancora da sottoporre al Consiglio regionale, dispone che l'organo di amministrazione sia composto da tre componenti nominati dalla Giunta regionale, tra cui un consigliere regionale della maggioranza e uno designato dell'opposizione, che non percepiranno compensi aggiuntivi "fatto salvo solo il rimborso delle spese documentate", e indica nel 15 giugno 2015 la prima scadenza per presentare alla Giunta regionale la proposta di programma esecutivo annuale.

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it