Riattivato il credito sociale con lo stanziamento di 350.000 euro

AOSTA. Dal prossimo 13 ottobre sarà possibile nuovamente presentare le domande di accesso al credito sociale.

Nella riunione di oggi la giunta regionale ha approvato un finanziamento di 250.000 euro che riattiva la misura dedicata alle famiglie residenti in Valle d'Aosta che attraversano un periodo di difficoltà economica a causa di eventi imprevisti come lutti, malattie, perdita del posto di lavoro o nascite o che non riescono a far fronte a spese inattese per l'abitazione, la salute o l'autovettura.

Allo stanziamento si aggiungono 100.000 euro per il prestito sociale d'onore che sostiene, con un aiuto che può raggiungere i 2.000 euro, coloro che assistono a domicilio un familiare anziano non autosufficiente.

I contributi erano stati sospesi alla fine dello scorso anno lasciando alcune domande in sospeso: con la riattivazione della misura queste ultime saranno elaborate in via prioritaria. Per presentare le istanze bisogna rivolgersi agli Sportelli sociali sul territorio o a Finaosta.

"La Regione mantiene alta l'attenzione nei confronti delle fasce più deboli della popolazione", afferma in una nota l'assessore regionale alla Sanità Antonio Fosson annunciando una nuova legge sul credito sociale. "Forte della sperimentazione effettuata nel corso degli anni passati, inizia oggi il percorso nelle Commissioni consiliare competenti del nuovo disegno di legge" che, spiega Fosson, "oltre a provvedere alla revisione dei profili degli interventi, promuove un forte coordinamento tra enti pubblici e soggetti privati, nello specifico con il mondo del volontariato e del terzo settore".

C.R.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it