Tagli Trenitalia, Tsipras: "chi ha sbagliato si faccia da parte"

AOSTA. "La pessima gestione della politica dei trasporti pubblici da parte della giunta regionale quindi continua e peggiora". Lo afferma L'Altra Valle d'Aosta - Tsipras VdA commentando l'annuncio di Trenitalia sul drastico taglio delle corse a partire dal 5 ottobre.

"La situazione è disastrosa, fatta di scelte sbagliate, ma soprattutto di immobilismo - accusano i portavoce Carola Carpinello e Andrea Padovani -. A pagare sono sempre e solo i cittadini con le  tasse e gli utenti con tempi di percorrenza, ritardi e soppressioni inaccettabili, con progetti inutili e costosi (50 milioni di euro per i bimodali), nulla invece viene fatto per ammodernare la linea realizzando l'elettrificazione e i raddoppi selettivi". "Chi ha sbagliato, ed è recidivo, si faccia da parte", aggiungono.

Trenitalia ha fatto sapere ieri di aver comunicato alla Regione che le corse passeranno da 89 a 37 per il mancato pagamento di 78 milioni di euro relativi ai servizi svolti dal 2011.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it