Lavevaz: nuova ordinanza per 'interpretare' la zona arancione

 L'ordinanza del 30 novembre prorogata fino domenica 6. Per estetisti nessun provvedimento ad hoc

 

Valle d'AostaAOSTA. Il presidente della Regione Erik Lavevaz potrebbe firmare una nuova ordinanza per derogare alle restrizioni imposte dai Dpcm alle zone arancioni, classificazione che da domenica prossima dovrebbe valere per la Valle d'Aosta. 

"Abbiamo già convocato domani pomeriggio l'Unità di supporto per fare delle valutazioni. Speriamo di avere la certezza di essere classificati" in zona arancione, ha affermato il presidente Lavevaz in Consiglio Valle annunciando valutazioni per "una nuova ordinanza che vada a interpretare lo scenario 3, così come abbiamo fatto per lo scenario 4".

Intanto per evitare un "buco" normativo, visto che la legge regionale approvata ieri sulla gestione dell'emergenza Covid non è ancora in vigore, il presidente della Regione ha deciso di allungare la validità dell'ordinanza del 30 novembre in scadenza oggi sul commercio al dettaglio aperto nonostante le restrizioni della zona rossa. La proroga vale fino a domenica 6 dicembre, giorno in cui la Valle d'Aosta dovrebbe appunto entrare nello scenario 3, quello arancione, rendendo superflue le deroghe.

Per quanto riguarda i centri estetici, dovranno attendere la giornata di domenica. La categoria doveva essere inclusa nel provvedimento del 30 novembre scorso, ma poi ne è stata esclusa. "Non ci sarà un provvedimento ad hoc come avevo detto, ma aspettiamo domenica l'entrata in vigore della nuova ordinanza e applichiamo quella", ha spiegato ancora il presidente della Regione.

 

 

M.C.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it