.

Indennità per lavoratori stagionali, ddl assegnato alle Commissioni

Il disegno di legge stanzia 1 milione di euro per i lavoratori a tempo determinato residenti in Valle d'Aosta che non beneficiano più della Naspi

 

Consiglio ValleAOSTA. Inizierà nei prossimi giorni l'iter di approfondimento nelle commissioni consiliari del disegno di legge sulle indennità per i lavoratori stagionali valdostani. Il testo è stato presentato dalla Giunta regionale della Valle d'Aosta mercoledì scorso e stanzia 1 milione di euro per il 2021.

Il ddl introduce un'indennità forfetaria fino a 1.500 euro per i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato che hanno perso il lavoro a causa delle conseguenze del Covid-19 e non beneficiano più della Naspi, la Nuova prestazione di assicurazione sociale per l'impiego.

La misura di sostegno economico è diretta a favore di lavoratori che per almeno due mesi complessivi hanno avuto uno o più rapporti di lavoro a tempo determinato, anche stagionale, nel periodo dal 1° ottobre 2019 al 31 dicembre 2020, e che hanno cessato di beneficiare della Naspi tra il 1° novembre 2020 fino alla data di entrata in vigore della legge. Per ottenere l'indennità è richiesta la residenza in Valle d'Aosta per tutto il periodo compreso tra la data di cessazione della Naspi e la data di presentazione della domanda di sostegno. Inoltre i beneficiari non possono essere titolari di pensione diretta né di reddito di cittadinanza.

L'importo dell'indennità varia a seconda del periodo di mancata copertura della Naspi, da un minimo di 1.000 euro se il periodo è pari o inferiore ai 60 giorni consecutivi a un massimo di 1.500 euro per più di 60 giorni consecutivi di mancata percezione. 

 

 

E.G.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it