.

Valle d'Aosta, pronto il pacchetto di misure anticrisi da 80 milioni

La bozza del disegno di legge contiene contributi per il settore economico, misure fiscali e provvedimenti per le professioni della montagna

 

Palazzo regionale

AOSTA. Contributi a fondo perduto per le partite Iva, sostegni a favore delle grandi imprese e alle professioni della montagna, interventi fiscali: sono alcune delle misure contenute nel pacchetto di aiuti all'economia della Valle d'Aosta danneggiata dall'emergenza sanitaria che la Giunta regionale si appresta ad approvare.

La bozza del disegno di legge elaborata dall'esecutivo è stata già condivisa con le parti sociali e presentata alle forze politiche presenti in Consiglio regionale per il successivo voto di approvazione.

Nel complesso il provvedimento vale 80 milioni di euro. Accanto alle misure per il sostegno dell'occupazione, l'orientamento e la formazione, la bozza del pacchetto anticrisi introduce sostegni agli investimenti alle imprese di grandi dimensioni (gli importi ipotizzati vanno da 25mila a 250mila euro) e contributi a fondo perduto a favore delle partite Iva tra i 2mila e i 25mila euro. Il testo inoltre prevede misure per sostenere la liquidità delle imprese e dei liberi professionisti e contributi per cooperative e consorzi.

Provvedimenti specifici sono rivolti alle professioni della montagna: maestri di sci, scuole di sci, sci club e anche guide alpine. Previsti anche bonus per i bed & breakfast e per il settore agricolo.

In campo fiscale sono previste alcune agevolazioni comprese esenzioni sull'addizionale regionale Irpef e della tassa automobilistica per i veicoli a noleggio con conducente e per i veicoli più vecchi.

A favore dei lavoratori dipendenti la bozza dovrebbe contenere indennità e aiuti integrativi anche per coloro che beneficiano di ammortizzatori sociali.

La bozza del ddl appena perfezionata sarà approvata dalla Giunta regionale. Il testo poi dovrà essere esaminato in Consiglio regionale e votato per l'approvazione definitiva.

 

 

M.C.

 

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it