.

Regione, Tavolo di coordinamento del Pcp contro gli autonomisti: 'non c'è volontà di dialogo'

«Situazione deplorevole, i consiglieri del Pcp esprimano in modo fermo e incisivo il proprio dissenso»

 

Progetto Civico Progressista

Il Tavolo di coordinamento del Progetto Civico Progressista che riunisce Area Democratica e Rete Civica (ma non il PD) invita i consiglieri regionali del gruppo a «esprimere in modo fermo ed incisivo il proprio dissenso, anche attraverso azioni specifiche e ad operare per la piena attuazione del programma di legislatura». È quanto si legge in una nota dedicata alla situazione politica della maggioranza in Regione.

«Non è stato rispettato» l'impegno preso a metà gennaio di un confronto «periodico e tematico fra autonomisti e progressisti su alcuni punti critici della collaborazione di governo», evidenzia il Tavolo di coordinamento inoltre «è trascorso oltre un mese dall'incontro tra consiglieri e forze e politiche di maggioranza alla Grand Place di Pollein, che doveva servire ad avviare una seria verifica programmatica e che fece registrare una surreale scena muta da parte di consiglieri e rappresentanti politici autonomisti».

Non solo: nella nota il coordinamento evidenzia che «sono passate più di tre settimane da quando il documento del gruppo regionale di Progetto Civico Progressista, con l'indicazione dei punti per una base di discussione, è stato consegnato agli autonomisti e nessuna risposta è pervenuta, nessun incontro è stato programmato».

L'approvazione questa settimana in Consigio regionale della legge sul trasporto ferroviario a idrogeno può essere considerata la goccia che fa traboccare il vaso. La normativa continene una «impostazione inaccettabile» su «uno dei punti indicato nel documento di Pcp».

«È evidente che non si vuole dialogare, che si vuole innalzare un muro di gomma, rinviare ogni decisione, andare avanti alla giornata», commenta il Tavolo di coordinamento. «È una situazione che riteniamo deplorevole, in contrasto con lo spirito di collaborazione e di confronto, che è indispensabile per poter operare in modo coeso ed efficace e per agire nell'interesse della comunità valdostana».

 

 

Marco Camilli

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it