Ampliamento del mutuo regionale prima casa per chi sceglie i tetti in losa

A Palazzo regionale incontro con i losisti - A breve sblocco dei contributi per le domande 2013

 

AOSTA. Tra i tanti settori che sentono la crisi quello dell'edilizia è probabilmente il più colpito. Ne fanno le spese anche i losisti, costretti a fare i conti con un numero sempre maggiore di costruttori e proprietari che alla tradizione preferiscono, volenti o nolenti, risparmiare sui costi.

La tematica è stata discussa ieri in un incontro a Palazzo regionale tra i professionisti del settore e il presidente della Regione, Augusto Rollandin, accompagnato dall'assessore alle Opere pubbliche, Mauro Baccega.

Nelle intenzioni dell'Amministrazione regionale c'è un intervento normativo sui mutui prima casa a favore di chi sceglie i tetti in losa. «Come Governo regionale - ha poi spiegato Rollandin -, abbiamo ribadito l'intenzione di non porre l'obbligo generalizzato per l'utilizzo delle lose per la copertura dei tetti, mentre rimane questo vincolo per i centri storici. I Comuni inoltre, con gli strumenti urbanistici a loro disposizione, hanno la facoltà di allargare le zone in cui porre tale vincolo.»

«L'impegno che ci siamo presi - ha aggiunto Rollandin - va nel senso di portare avanti congiuntamente con i losisti un'azione di sensibilizzazione e di comunicazione per favorire l'utilizzo dell'ardesia che rimane comunque un valido strumento di tutela ambientalistica e paesaggistica.»

Stesso concetto espresso dal presidente dell'Association valdotaine lauzeurs, Ettore Champrétavy: «è interesse comune per tutti i valdostani l'uniformità dell'aspetto territoriale e in particolare l'aspetto urbanistico delle coperture. E, in questo senso, vogliamo ribadire che è fondamentale non buttare il materiale già presente e rifare in losa i tetti che già così sono stati costruiti.»

L'assessore Baccega ha preannunciato lo sblocco dei contributi sui tetti in lose fermi dallo scorso ottobre: la deliberazione sarà discussa nella prossima seduta di Giunta e riguarda tutte le domande presentate nel 2013.

 

Elena Giovinazzo

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it