.

Bertin replica a Guichardaz: per i capigruppo valgono le regole democratiche

Per la Commissione Regolamento del Consiglio Valle la sostituzione di Erika Guichardaz con Paolo Cretier come capogruppo del Pcp è regolare

 

Erika Guichardaz

La nomina del nuovo capogruppo del Progetto Civico Progressista avvenuta su decisione di 5 consiglieri su 7 è valida. Lo afferma il presidente del Consiglio regionale Alberto Bertin rispondendo, con una nota, alle dichiarazioni della .

La questione è stata affrontata dalla Commissione per il Regolamento interno del Consiglio regionale convocata oggi per affrontare la particolare situazione venutasi a creare tra i progressisti. Bertin (uno dei 5 che ha votato per sostituire la consigliera, ma senza diritto di voto in Commissione Regolamento) nel riferire l'esito della riunione spiega che la Commissione, «in assenza di un'apposita disciplina regolamentare, ha statuito all'unanimità che per la nomina e la sostituzione del Capogruppo consiliare devono osservarsi le norme di carattere generale, vale a dire le regole democratiche che prevedono l'espressione del voto a maggioranza». Di conseguenza con 5 voti su 7 Paolo Cretier è regolarmente il nuovo capogruppo del Pcp.

La Commissione Regolamento, composta da un rappresentante di ogni gruppo consiliare, per esprimersi si è basata su «un precedente analogo in un altro Consiglio regionale e un parere del Ministero dell'interno dell'aprile 2021 espresso a richiesta di un Consiglio comunale».

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it