Tariffe autostradali, le forze politiche lavorano a un documento bipartisan per coinvolgere Roma

 

In Commissione consiliare deciso di costituire un gruppo di lavoro "per consentire ai residenti e alle imprese di usufruire nuovamente dell'autostrada" valdostana

 

AOSTA. La politica valdostana punta a coinvolgere il Governo Renzi sul problema delle tariffe autostradali. E' quanto hanno convenuto le forze politiche in occasione della seduta congiunta delle Commissioni consiliari II e IV che ieri hanno audito il presidente della Regione e i rappresentanti in Rav e Sav nominati dall'amministrazione regionale proprio sul tema dei costi dei pedaggi della A5.

Illustrando l'esito della seduta, i presidenti delle Commissioni Leonardo La Torre e Giuseppe Isabellon (UV) spiegano che "si è convenuto sulla necessità di lavorare ad un documento, che sia possibilmente sostenuto da tutti i gruppi consiliari, di denuncia degli enormi disagi che una tariffazione così elevata comporta non solo per la mobilità dei valdostani ma anche per lo sviluppo del turismo della nostra regione. Documento che sarà poi consegnato ai parlamentari valdostani affinché venga posto all'attenzione del Governo centrale".

In Commissione è stato anche deciso di costituire un gruppo di lavoro che dovrà trovare "soluzioni operative per consentire ai residenti e alle imprese di usufruire nuovamente e con regolarità dell'autostrada, oltre che per garantire pari opportunità di accesso per le ditte valdostane ai lavori nei numerosi cantieri autostradali, affinché questi non siano puro disagio ma anche sostegno al nostro tessuto economico".

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it