.

Caro energia, Pcp: situazione Cva - Regione è una evidente contraddizione

In Consiglio Valle due iniziative del gruppo sui profitti di Cva e le difficoltà del mondo produttivo valdostano

 

CVA

«Esiste una evidente contraddizione in Valle d'Aosta fra l'incremento spropositato dei costi per l'utilizzo di energia elettrica che colpisce la Cogne e molte altre aziende ed il fatto che la Regione sia proprietaria di una azienda come la Cva, che produce grandi quantitativi di energia idroelettrica, in gran parte esportati, ricavando utili notevoli e crescenti». Lo afferma in una nota il Progetto Civico Progressista.

Il gruppo ha depositato due iniziative da discutere in consiglio regionale sull'argomento dei costi energetici e del ruolo di Compagnia Valdostana delle Acque. «L'interrogazione con risposta scritta è finalizzata a conoscere l'entità dei profitti e degli extraprofitti di Cva relativi al 2021, nonché l'entità della tassa sugli extraprofitti che la Cva ha dovuto recentemente pagare, dati che finora non sono di dominio pubblico». L'interpellanza «evidenzia la contraddizione fra i grandi profitti della Cva e le gravi difficoltà del mondo produttivo valdostano e in particolare di una azienda energivora come la Cogne. È del tutto evidente che gli attuali contratti di Cva per le forniture di energia elettrica sono onerosi e che su questi occorre intervenire. Quali sono le intenzioni in materia della Giunta regionale? Che cosa si intende fare?», chiede Pcp.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it