Aosta, il 14 novembre lo sciopero si fa sociale

Obiettivo: "dare voce e visibilità a figure del lavoro diverse e molteplici"

AOSTA. In occasione della manifestazione Fiom del 14 novembre a Milano, "L'Altra Valle d'Aosta" lancia uno sciopero sociale di 24 ore contro la precarietà e la "controriforma" del lavoro.

"In una fase in cui la precarietà è diventata la caratteristica di tutto il lavoro - dicono i promotori dell'iniziativa -, tornare a parlare di sciopero significa porsi il problema di come sia possibile scioperare nei differenti luoghi della precarietà, dalle cooperative alle fabbriche, dalle università alle case dove si svolge il lavoro domestico, e di come accumulare forza da usare contro l'erosione dei diritti e lo smantellamento del welfare, contro l'isolamento e le gerarchie tra lavoratori e lavoratrici. (dal manifesto dell'assemblea di Bologna)".

Il social strike, spiegano i promotori, vuole quindi coinvolgere anche chi non può scioperare e "dare voce e visibilità a figure del lavoro diverse e molteplici, di fare valere la loro specificità dentro a un percorso comune".

In occasione dello sciopero L'Altra Valle d'Aosta sarà ad Aosta in via Aubert, all'altezza della biblioteca regionale, dalle 14.30 per discutere con la popolazione di lavoro, riforme e precarietà.

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it