Casinò, la Lega Nord: "il buco nero è figlio di responsabilità politiche"

La segreteria regionale del partito presenterà un dossier sulla casa da gioco

AOSTA. Senza un "cambio di rotta" immediato nella gestione della casa da gioco di Saint-Vincent, i "risultati negativi a cui la Regione Valle d'Aosta ha dovuto porre rimedio in passato, continueranno a gravare sulle casse regionali". Lo afferma la Lega Nord Valle d'Aosta annunciando un dossier sul Casinò che verrà divulgato "nei prossimi giorni" allo scopo di "informare i valdostani su come gli amministratori politici e non, che si sono succeduti nel tempo e che adesso chiedono comprensione e sacrifici ai valdostani, hanno impiegato le risorse provenienti dalle loro tasse".

"Quale valutazione ancora intende fare il governo regionale sull'operato dell'Amministratore Unico Signor Luca Frigerio, inseguito ai risultati oggettivi derivanti da 7 anni di gestione della Casa da Gioco di Saint Vincent e del Resort Billia?" chiede la segreteria del partito. "Il buco nero rappresentato dalle strutture di Saint Vincent - continua il comunicato - non può e non deve essere imputato esclusivamente all'operato dell'attuale Amministratore Unico ma è figlio di pesanti responsabilità politiche, che si tramandano da decenni e che vedono essenzialmente in un partito quello dominante in Valle d'Aosta, avallato dai vari interpreti che si sono succeduti con o senza la P, il principale colpevole".

 

redazione

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it