REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

"Il PD è votato al governo": la lettera riservata della segreteria valdostana finisce pubblicata

I movimenti autonomisti? "Vivono nella mitologia"

centoz-fulvioAOSTA. Se la politica valdostana sta vivendo un periodo di grossa difficoltà, alla ricerca come è da mesi di un accordo che permetta al governo valdostano e al consiglio regionale di funzionare a pieno regime, una comunicazione del PD rischia di mettere ulteriormente in crisi il dialogo tra le forze politiche.

Il PD, si legge in una lettera che la segreteria regionale del partito ha rivolto agli iscritti per spiegare le trattative in corso con Uvp e maggioranza, è "fisiologicamente votato non a rimanere su una torre d'avorio, non a difendere il proprio cortile, ma al governo, al fare, all'agire, all'operare tra le donne e gli uomini" e "ha qualcosa di più e di meglio da dire e da fare rispetto a partiti autonomisti che vivono nella mitologia più che nella realtà".

La lettera doveva chiaramente restare all'interno del partito, ma alcuni passaggi sono trapelati e alla fine il segretario Fulvio Centoz ha deciso di pubblicarla per intero sul proprio blog con l'intenzione di fare "chiarezza nei confronti di tutti e non solo degli iscritti, rammaricandomi - scrive Centoz - che una comunicazione interna sia stata veicolata all'esterno violando una semplice regola di convivenza reciproca (l'appartenenza ad un partito)".

Centoz prova quindi a spiegare i due passaggi: "L'assunto che il PD sia un partito di governo fisiologicamente votato non a rimanere su una torre d'avorio, come invece ha fatto per esempio il M5S a livello nazionale, ritengo che sia una valutazione assolutamente lecita, tanto più se indirizzata ad una cerchia ristretta", cioè i soli tesserati.

"Allo stesso modo - analizza il segretario regionale -, la visione che un Partito nazionale ha dell'autonomia e del nostro particolarismo non è coincidente con quella degli autonomisti, è del tutto evidente... Altrimenti oggi saremmo tutti iscritti a movimenti autonomisti!".

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it