Anniversario Repubblica, Viérin: per noi valdostani significò un nuovo inizio

 

Alle 18 la cerimonia a Palazzo regionale

festa-repubblicax200AOSTA. "La ricorrenza del 2 giugno è la festa delle nostre Istituzioni democratiche, perché quella data rappresentò un momento di rottura con il passato recente – il fascismo e il conflitto mondiale –, e al tempo stesso un momento di ricostruzione politica, morale e culturale del nostro Paese, che si esplicitò poi con la Costituzione". Lo afferma in una nota il presidente del Consiglio Valle, Marco Viérin, che domattina parteciperà a Roma alle celebrazioni per il 69° anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana insieme al presidente della Regione, Augusto Rollandin.

"Per noi valdostani - continua Viérin -, significò un nuovo inizio che portò all'affermazione della nostra autonomia, attraverso lo Statuto speciale. La salvaguardia di queste conquiste democratiche deve sempre essere viva in tutti noi, perché è attraverso la conoscenza del proprio passato, dei propri diritti e doveri che si esprime la partecipazione e la sovranità popolare".

In Valle d'Aosta la cerimonia ufficiale per l'anniversario si terrà a Palazzo regionale dalle 18. Quest'anno saranno insigniti, nel ruolo di Cavalieri della Repubblica, Filippo Grisanti, Comandante del Nucleo Carabinieri di Polizia Militare presso il Centro Addestramento Alpino; Oronzo Russo, Comandante del Nucleo Operativo Gruppo Guardia di Finanza Aosta; Samuele Sighinolfi, Comandante del Reparto Operativo Gruppo Carabinieri di Aosta; Massimo Verduci, funzionario del Ministero delle Finanze

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it