Casinò, trasporti e reddito di garanzia tra i punti dell'accordo Uv-Pd-Sa

 

Con l'allargamento della maggioranza al Pd il programma di governo viene modificato

Casino-cieloAOSTA. Dalla ferrovia al Casinò, dalla riorganizzazione della sanità al reddito minimo di garanzia. Sono numerosi i punti alla base della rimodulazione del programma del Governo Rollandin frutto dell'ingresso in maggioranza del Partito Democratico, al fianco di Union Valdôtaine e Stella Alpina.

Le tre forze politiche condividono "la volontà di proseguire e rendere più efficace e stretta la collaborazione nei prossimi anni, estendendo il loro dialogo istituzionale per affrontare una disanima dei punti nodali dell'azione di governo della Regione e del suo programma al fine di integrarlo e meglio definire le priorità, di valorizzarlo e adeguarlo alle attuali esigenze", è scritto nel documento.

La politica delle grandi opere lascierà "spazio ad una diffusa e sostenibile azione di sviluppo territoriale". La questione Casinò sarà affrontata con un cambio della dirigenza e tagliando i compensi dei manager. Si parla anche dell'adeguamento del progetto di ampliamento dell'ospedale, della valorizzazione del patrimonio immobiliare regionale, della riorganizzazione della sanità, dell'aumento delle occupazione delle squadre forestali e di interventi di stabilizzazione per la "Salvaprecari". In tema di trasporti l'accordo tocca i temi del collegamento ferroviario diretto Aosta-Torino con treni bimodali e dello sviluppo a scopo turistico dell'aeroporto. Quanto agli Enti locali, oltre alla riforma del Celva, la nuova maggioranza intende sfruttare la svolta a sinistra per aumentare la collaborazione con l'Amministrazione comunale di Aosta. Si parla infine anche del reddito di garanzia, un tema caro al Pd che recentemente ha chiesto di approvare la relativa proposta di legge, ferma in Commissione, prima della pausa estiva.

 

C.R.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it