Elezioni Aosta, la Lega risponde a L'Altra VdA sul ricorso al Tar

 

La segreteria regionale del partito parla di "comunicato sconclusionato"

AOSTA. Risponde con un comunicato stampa la segreteria regionale della Lega Nord alla nota diffusa da L'Altra VdA (e definita "sconclusionata") a proposito del ricorso al Tar presentati dai leghisti per il riconteggio dei voti delle elezioni ad Aosta.

"I costi dei ricorsi davanti al TAR sono a carico del ricorrente" dice la segreteria replicando alle obiezioni sui costi per la collettività del procedimento. La Lega scende poi più nel dettaglio dei motivi del respingimento del ricorso e spiega: "I giudici amministrativi hanno ritenuto di non procedere all'esame delle schede nulle senza però negare (non sarebbe possibile) la miriade di imprecisioni e omissioni commesse dagli scrutatori. Anche una veloce lettura della sentenza, infatti, sarebbe sufficiente per far comprendere che il responso negativo è dovuto non alla infondatezza delle criticità sollevate, che sono e rimangono scandalose, ma a questioni formali e non sostanziali". I rilievi, continua il comunicato, "verranno a brevissimo messi a disposizione di tutti gli organi di informazione perché tutti i cittadini siano edotti delle modalità, al limite del dilettantismo, con le quali sono state affrontate queste consultazioni elettorali da parte di chi dovrebbe invece essere garante della assoluta legittimità delle operazioni di voto e di scrutinio".

La Lega parla inoltre di "sinistra ipocrita, che da un lato chiede che si rispettino le regole ma dall'altro è sempre pronta a chiudere un occhio (e a volte anche due) per i propri rappresentanti politici (De Magistris e De Luca docent)" e di "insulsi commenti alla sentenza".

Lo scopo del ricorso, aggiunge infine il partito, "non era, evidentemente, quello di favorire un partito od un altro, ma solo quello di accertare di avere regolarmente rispettato la volontà dei votanti e quindi dei cittadini tutti".

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it