"In Valle d'Aosta spesa corrente regionale in aumento", ma Perron smentisce

 

Nella nostra regione la spesa pro capite più alta (9 mila euro)

Regione-targAOSTA. Non basta la spending review per abbassare la spesa sostenuta dalle Regioni. Secondo un'analisi del Centro Studi ImpresaLavoro, dal 2011 al 2014 la spesa corrente è complessivamente cresciuta di 3,9 miliardi di euro passando da 141,7 a 145,6 miliardi.

La spesa pro capite più alta per l'anno 2014 è in Valle d'Aosta (8995,49 euro contro i 6385,91 € di Bolzano e i 5434,07 € di Trento) ed è in aumento rispetto agli anni precedenti. L'assessorato regionale al Bilancio però contesta le conclusioni dell'analisi che riguardano la situazione valdostana perché "non corrispondono alla realtà del bilancio".

L'assessorato snocciola una serie di numeri per confermare che non c'è stato alcun aumento: "dai rendiconti regionali 2011 e 2014 emerge", si legge in una nota, "che la somma definitiva impegnata di spesa corrente nel 2011 è stata di 1 miliardo 78 milioni 536 mila 550,56 euro, mentre nel 2014, al netto del contributo allo Stato (pari a 236 milioni 691 mila 485,39 euro), la somma definitiva impegnata di spesa corrente è stata di 903 milioni 22 mila 74,59 euro". Inoltre "Tra il 2013 e il 2014, la riduzione è stata, in termini percentuali, di -5,91 per cento."

"A fronte di queste cifre – dice l'assessore Ego Perron - la riduzione in valori assoluti, nel 2014 rispetto al 2011, risulta di 175,52 milioni di euro, pari, in valore percentuale, a una riduzione di -16,27 per cento. Sono dati questi che confermano l'atteggiamento di rigore con il quale l'amministrazione regionale della Valle d’Aosta in questi anni ha portato avanti un’azione di contenimento della spesa e dei costi, senza pregiudicare il livello degli impegni per i servizi essenziali".

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it