I principali provvedimenti approvati oggi dalla giunta regionale

 

Approvate le direttive per la tutela della salute dei detenuti a Brissogne

AOSTA. La Giunta regionale oggi ha confermato Ermanno Bonomi in qualità di presidente e Gianfranco Pala in qualità di consigliere, rappresentanti della Regione, in seno al Consiglio di amministrazione dell'Ivat-Institut valdôtain de l'artisanat de tradition.

Su proposta del'assessorato delle Attività produttive inoltre è stata data autorizzazione a Vallée d'Aoste Structure a stipulare due contratti di locazione – uno con la società Gruppo I.V.G. di Aosta, specializzata in vendite giudiziarie, e uno con la società Projexpo di Aosta, impegnata nella fabbricazione di stand e arredi – negli immobili dell'Espace Aosta.
A valere sulla legge 6/2003, concernente interventi regionali per lo sviluppo delle imprese industriali e artigiane, sono stati concessi contributi alle imprese Tipografia Testolin, Frama e Tipografia Pesando, mentre sulla legge regionale 27/1998 (Testo unico in materia di cooperazione) è stato erogato un aiuto alla società La Svolta.
L'Esecutivo ha anche deciso di concedere al Comune di Aosta un'ulteriore proroga, fino al 30 giugno 2016, del termine per l'ultimazione dei lavori di realizzazione del progetto denominato "Cityporto", alla luce della necessità di adeguamento alle nuove normative europee recentemente introdotte.

Per l'assessorato all'Istruzione e Cultura, è stata deliberata la prosecuzione, nell'anno scolastico 2015/2016, per una spesa di 15 mila euro, del progetto Classi in gioco, per organizzare momenti sportivi a livello di squadra o individuale nelle singole scuole. E' stata inoltre approvata la spesa di 42.500 euro per sostenere le manifestazioni sportive a carattere regionale e interregionale, destinate alle istituzioni scolastiche.

Infine per l'assessorato Sanità, Salute e Politiche sociali, in recepimento all'Accordo sancito nel gennaio 2015 in sede di Conferenza Unificata, sono state approvate le direttive all'Azienda Usl Valle d'Aosta, in base alle quali vengono trasferite all'Azienda le risorse finanziarie, attribuite annualmente dallo Stato alla Regione, per la tutela della salute dei detenuti della Casa Circondariale di Brissogne.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it