.

Caos ferrovia, attese da Trenitalia proposte per superare il "momento critico"

AOSTA. L'intera linea per l'alta Valle sospesa a tempo indeterminato, biglietterie chiuse, ritardi in aumento, nessun treno speciale per la Fiera di Sant'Orso. E come se non bastasse, mentre Regione e Trenitalia si riuniscono per fare il punto della situazione, alcune corse vengono soppresse e sostituite da bus. La situazione del trasporto ferroviario in Valle d'Aosta è a dir poco caotica.

Il peggiornamento dell'indice della puntualità a gennaio è stato confermato da Trenitalia ed è stato questo il principale argomento del confronto tra l'assessore regionale ai Trasporti, Aurelio Marguerettaz, i dirigenti del Dipartimento regionale trasporti e Francesca Raciti, direttore di Trenitalia per Piemonte e Valle d'Aosta. "La riunione - riferisce l'assessorato - ha permesso di analizzare nel dettaglio il recente peggioramento del servizio che ha portato l'indice di puntualità a valori non soddisfacenti. Le motivazioni sono riconducibili soprattutto all'avvio dei lavori di manutenzione sulla tratta Aosta-Ivrea". Gli interventi riguardano 20 chilometri di linea in cui saranno sostituiti rotaie, traverse e pietrisco per un costo di 15 milioni. Dureranno fino a luglio e sono "necessari per garantire negli anni futuri l'affidabilità dell'infrastruttura. Attualmente - continua l'assessorato - i lavori producono dei rallentamenti tra Montjovet e Châtillon (2 km a 40km/h) e tra Pont-Saint-Martin e Settimo Tavagnasco (2 km a 80 km/h)".

Proprio questi lavori hanno provocato questa mattina la soppressione di alcune corse. A causa di un carro lavori di Rfi rimasto bloccato in galleria la linea è stata interrotta e i treni sostituiti da bus.

L'incontro di ieri inoltre, dice sempre l'assessorato, "ha permesso di approfondire diversi aspetti sia dell'accordo commerciale per le biglietterie e le agevolazioni, sia del contratto di servizio relativo al trasporto ferroviario sulla linea Aosta-Torino" mentre "la definizione dei rapporti pregressi è stata solo accennata in quanto è diventata di competenza dei vari uffici legali".

Trenitalia "ha assicurato all'Amministrazione regionale di aver valutato tutte le possibili soluzioni e nelle prossime ore comunicherà delle proposte idonee a superare questo momento critico che comunque è riconducibile a interventi per migliorare l'infrastruttura ferroviaria". La Regione dal canto suo "si riserva di valutare le proposte coinvolgendo i pendolari, i consumatori e i sindacati", annuncia infine l'assessorato.

 

Marco Camilli

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it