Referendum trivelle, Alpe: "votare il 17 aprile è un dovere civico"

 

"Politica centralista vuole decidere su questioni di competenza delle Regioni"

AOSTA. L'appello al voto di Alpe si va ad aggiungere a quelli arrivati negli ultimi giorni in vista del referendum del 17 aprile: "è un dovere civico - afferma - andare a votare il cosiddetto referendum Trivelle".

"Per questioni di merito e di metodo, la nostra posizione - aggiunge il movimento col simbolo del galletto - è favorevole all'abrogazione della frase che esclude le piattaforme in esercizio entro le 12 miglia dal limite temporale previsto per le concessioni portandolo all'esaurimento del giacimento". Secondo Alpe le politiche energetiche dell'Italia devono "essere ripensate con serietà e responsabilità secondo i principi della sostenibilità ambientale". Più in generale, il movimento ritiene che "il referendum del 17 aprile sia prima di tutto un'importante battaglia in difesa dell'autonomia delle regioni contro una politica centralista che vuole decidere su questioni che sono di competenza delle Regioni".

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it