Referendum, in Valle d'Aosta affluenza si ferma al 34,02%

 

Quorum non raggiunto. Vincono i "sì" con l'83,90%

AOSTA. Si ferma al 34,02 per cento l'affluenza alle urne dei valdostani per il referendum anti trivelle. Alla chiusura dei seggi, le 23 di ieri, i votanti sono stati 33.994 su 99.913 ed il numero delle elettrici ha superato quello degli elettori: 17.537 (34,30%) contro 16.457 (33,73%).

Anche a livello nazionale il referendum è fallito, infatti soltanto il 32,1 per cento degli italiani si è recato alle urne e in alcune regioni direttamente toccate dal tema della consultazione la percentuale è addirittura inferiore: il 25,9 per cento in Campania e il 26,4 per cento in Calabria.

Lo scrutinio ha avuto inizio subito dopo la chiusura dei seggi: netta la vittoria dei "sì" con l'83,90 per cento dei voti (27.776) contro il 10,16 per cento dei "no" (5.330). Le schede nulle sono 388 e le bianche 500.

Per quanto riguarda i singoli Comuni, ad Aosta la partecipazione al voto è del 34,37 per cento, con 9.304 votanti su 27.070 aventi diritto. A Châtillon l'affluenza è al 35,82 per cento, a Pont-Saint-Martin al 37,90 per cento, a Quart del 37,13 per cento, a Saint-Vincent del 33,99 per cento ed a Sarre del 36,91 per cento.

Valgrisenche e Bard hanno superato il 50 per cento dei votanti (50,31% nel primo caso e 54,63% nel secondo) mentre i tassi di partecipazione più bassi sono a Valsavarenche (21,28%), Bionaz (24,46%) e Fontainemore (23,71%).

 

Elena Giovinazzo

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it