L'assessore Perron: privatizzazione del Casinò di Saint-Vincent non è tabù

 

Secondo l'assessore alle Finanze "deve essere una scelta serena che la politica deve esaminare"

AOSTA. Il Casinò di Saint-Vincent in mano a privati? L'argomento «non è tabù». Così l'assessore alle finanze Ego Perron, con delega alla casa da gioco, questa mattina in Consiglio regionale.

Perron è intervenuto durante l'esame della relazione sull'andamento del Casinò nel 2015, un altro anno chiuso in perdita (per oltre 18,5 milioni di euro). La privatizzazione, ha detto l'assessore, «deve essere una scelta serena che la politica deve esaminare». Non si tratta «di una scelta che la Giunta può prendere da un venerdì all'altro e deve essere comunque una scelta redditizia per la Regione».

L'esponente del governo regionale ha detto che è in atto «un cambio di marcia timido» da parte della nuova dirigenza e che è diventato necessario valutare «soluzioni radicali forti, che definirei culturali».

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it