Consiglio Valle, otto franchi tiratori votano per le dimissioni dell'assessore Perron

 

Importante segnale alla giunta regionale sulla questione Casinò

AOSTA. Sono ancora una volta i franchi tiratori i protagonisti delle votazioni in Consiglio regionale. In otto hanno votato a favore della risoluzione dell'opposizione per far dimettere l'assessore al Bilancio, Ego Perron, per il trasferimento di oltre 48 milioni di euro a favore del Casinò di Saint-Vincent contenuto nella legge finanziaria.

La risoluzione ha incassato 15 voti a favore, otto più del dovuto dal momento che i tre gruppi di opposizione (Alpe, M5s e Misto) contano sette consiglieri. L'invito alle dimissioni è stato respinto, tuttavia la presenza di otto consiglieri che non hanno seguito le direttive "dall'alto" sono un'ulteriore attestazione del disagio che corre tra i banchi della maggioranza e che già si era manifestato con una risoluzione che chiedeva di revocare il trasferimento.

Numerose le critiche rivolte a Perron. "Non più tardi di due consigli fa l'assessore aveva dichiarato che non era necessario ricapitalizzare per ora la casa da gioco", sottolineava la risoluzione bocciata che accusava anche Perron "non solo di omettere le risultanze ma di fornire risposte volutamente fuorvianti in modo da evitare di fornire le informazioni richieste". "Si nota una continua e costante volontà politica di prendere decisioni strategiche fondamentali per il futuro della nostra regione in totale solitudine e in spregio dei componenti della maggioranza e dell'opposizione" accusava ancora la risoluzione.

Nel suo intervento in aula, Perron ha difeso il suo operato: «non ho fatto marcia indietro», ha dichiarato, «non nascondiamo le preoccupazioni e lo stato di difficoltà della casa da gioco; abbiamo deciso di fare tutto il possibile per aiutare l'azienda e i suoi 700 dipendenti. Ci siamo assunti la responsabilità di immaginare un intervento che andasse a codificare quanto avvenuto».

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it