.

Il Cai contro i reality show sul Monte Bianco: "si rasenta la follia"

 

La Commissione Tutela Ambiente Montano si scaglia contro l'uso della montagna come palscoscenico - VIDEO

Monte-biancox300AOSTA. "Stiamo veramente rasentando la follia, perdendo il buon senso e il rispetto per la montagna". Non usa mezzi termini la Commissione Tutela Ambiente Montano del Piemonte e della Valle d'Aosta del Cai per bocciare i programmi televisivi che accenderanno i riflettori sul Monte Bianco e trasformeranno starlette e personaggi più o meno noti in alpinisti improvvisati.

Il Cai in particolare se la prende con il reality show che dovrebbe andare in onda su Rai2 e con i casting di X Factor a Punta Helbronner. "Abbiamo letto - dice il Cai - con giusta preoccupazione che si vuole condurre star e soubrette alle prese con ramponi e ghiacciai sul Monte Bianco e che Rai 2 porterà sul Tetto d'Europa 7 vip accompagnati da 7 guide alpine, mandando in onda questa "follia" dal prossimo novembre". "Si dovrebbe usare la montagna per dare informazione ed aiutarci a darla in maniera esaustiva con un occhio di riguardo al rispetto ambientale per salvare il salvabile - sottolinea il Club alpino italiano - e non per farne un ulteriore palcoscenico al fine di fare "audience" e dare spettacolo ai telespettatori che l'adrenalina lo cercano solo comodamente stravaccati in poltrona".

Per il reality show le indiscrezioni parlano di Caterina Balivo come conduttrice e, tra i vip concorrenti accompagnati da guide alpine, i nomi dell'ex calciatore Gianluca Zambrotta, dell'attrice Jane Alexander e del giornalista Filippo Facci. "Meno male che di ufficiale non c'è ancora nulla, nemmeno il programma e si spera che qualcuno nel palinsesto prenda coscienza ravvedendosi in tempo di ciò che si stava pensando di fare per non deturpare il paesaggio con un altro reality di sopravvivenza".

Critiche arrivano anche sul compito delle guide che dovrebbero accompagnare gli ospiti del reality. "Ci pare un po' azzardato che le guide alpine si prestino a condurre dei vip per permettere loro degli show in alta quota, perché pur essendo un corpo professionale a disposizione di chi pratica l'alpinismo serio, mai si rovinerebbero l'immagine per condurre dei neofiti a giocherellare sui ghiacciai. Per questo - dice ancora il Cai - vi consiglieremo di usare fotomontaggi o finti ghiacciai e lasciare la vera montagna dove si trova".

 

 

Elena Giovinazzo

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it