.

Clima, partita sul Monte Rosa la missione scientifica Ice Memory

Un gruppo di ricercatori italiani e svizzeri scaveranno nel ghiaccio per tornare indietro di 10.000 anni

 

carotaggi

AOSTA. Studiare il clima del passato grazie alla "memoria" del ghiaccio: è l'obiettivo della missione scientifica denominata appunto "Ice Memory" partita sul gruppo del Monte Rosa.

La missione è condotta da gruppo di ricercatori italiani e svizzeri dell'Università Ca' Foscari e del Paul Scherrer Institut che scaveranno nel ghiacciaio del Gorner, nel Vallese. È il secondo ghiacciaio più esteso dell'Arco alpino e dalla metà dell'Ottocento ad oggi ha perso circa il 40% della sua area.

I ricercatori sono dotati di attrezzatura per il carotaggio necessaria per estrarre un campione di 80 metri che permetterà di tornare indietro nel tempo di 10.000 anni, all'incirca alla fine dell'ultima Era glaciale, e di ricostruire i cambiamenti climatici avvenuti da allora, gli eventi atmosferici su scala globale, i cambiamenti dell'ecosistema, l'impatto delle attività umane sul clima.

L'operazione, rimandata a lungo a causa delle condizioni meteo sfavorevoli, è ora iniziata ed avviene tutta in quota. I ricercatori hanno trascorso due giorni alla Capanna Gnifetti (3.600 metri) per la fase di acclimatamento e adesso si sono spostati alla Capanna Margherita (4.554 metri) per iniziare il carotaggio.

La missione "Ice Memory" contribuirà al progetto della "biblioteca" dei più grandi ghiacciai della Terra realizzato in Antartide.

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it