Turismo, i 2019 "migliore anno degli ultimi dieci" per la Valle d'Aosta

L'andamento del turismo è stato fotografato dall'Osservatorio turistico della Valle d'Aosta di TurismOk, azienda a cui la Regione ha affidato incarichi di valutazione e consulenza sulle strategie di marketing. "L'estate da poco terminata - si legge nel rapporto - ha consentito di recuperare il gap di presenze perse nel primo semestre dell’anno, con questa “sterzata” il 2019 diventa, al momento, il miglior anno degli ultimi dieci".

I dati sui flussi, resi noti nel corso del convegno "Eventus 2019" dedicato al settore, confermano le aree del Monte Cervino e del Monte Bianco come le più apprezzate: i due comprensori raccolgono da soli il 50 per cento delle presenze dell'intera regione. L'area del Monte Bianco ha risposto a questa domanda con un deciso incremento dei posti letto (+9% dal 2017 al 2018) e quella del Cervino con un aumento un po' più contenuto (+3%). 

«Emerge chiaramente il potenziale del turismo valdostano che è uno dei maggiori, per non dire il maggiore motore dell'economia della Valle d'Aosta», il commento dell'assessore al turismo, Laurent Viérin, presente all'evento organizzato nel salone delle manifestazioni di Palazzo regionale.

 

 

 

redazione

 

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it