Residenza Dahu, 2 assoluzioni. La società: "ristabilita le verità"

"È stata esclusa in radice - sottolinea la società - la fondatezza dell’ipotesi accusatoria, secondo cui, nell'estate del 2016, all'indomani dell'entrata in vigore della nuova normativa regionale in materia di strutture residenziali socio-assistenziali, si sarebbe omesso di adibire adeguato personale all'assistenza degli ospiti della Residenza Dahu, così violando gli obblighi convenzionalmente assunti con la AUSL Valle d’Aosta".

La sentenza di assoluzione, "dopo tre anni, ha ristabilito la verità ed accertato la correttezza dell'operato" degli imputati.

 

 

 

redazione

 

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it