Incendio Traforo Monte Bianco, cancellato il Memorial Spadino

Pin It

Troppe incertezze sulla sicurezza. Pesa anche la decisione delle famiglie di sospendere la commemorazione delle 39 vittime


Memorial Spadino

COURMAYEUR. L'edizione numero 21 del Memorial Spadino non ci sarà. Troppe difficoltà e incertezze hanno spinto il Coordinamento Italiano Motociclisti ad annunciare che il raduno del 2019 è e sarà l'ultimo di sempre.

Nato per ricordare Pierlucio Tinazzi detto appunto Spadino, morto nel rogo del traforo del Monte Bianco del 24 marzo 1999, negli anni il Memorial ha radunato migliaia di motociclisti pronti ad alzare al cielo i caschi per ricordalo. "La manifestazione - ricorda il Coordinamento - ha riscosso un interesse sempre più vasto, fino ad arrivare, nel 2013, a portare sul piazzale del tunnel quasi 4.000 motociclette, di cui un gran numero provenienti dalla Francia".

Con il crescere delle adesioni sono aumentate le preoccupazioni soprattutto per la sicurezza, per l'alto numero di motociclisti in transito nel traforo e per l'affollamento del piazzale di ingresso della galleria. "Per evitare il riproporsi di questi problemi è stato necessario spostare il luogo della manifestazione a Courmayeur, ma il Comune poteva concedere lo spazio solo dopo la chiusura della stagione sciistica, così oltre a spostarci di luogo dovremmo anche spostare la data".

Poi sono arrivate le nuove regole di accesso al Traforo che hanno scoraggiato tantissimi partecipanti dalla Francia e, lo riconosce lo stesso Cim, alle difficoltà si è aggiunto il comportamento pericoloso di alcuni centauri. "Durante l'ultima edizione alcuni "motociclisti" hanno pensato che il corteo potesse essere una occasione per guidare in modo discutibile, con impennate e sorpassi azzardati", rischiando di causare incidenti.

Infine pesa la decisione dell'associazione dei familiari delle vittime di sospendere la commemorazione delle 39 vittime del devastante incendio. "Anche dalla famiglia di Pierlucio Tinazzi - dice il Cim - abbiamo percepito la volontà di non proseguire oltre con questa commemorazione pubblica".

Per il Memorial Spadino quindi arriva lo stop definitivo.

"Resterà il ricordo per tutte le vittime del tunnel - assicura il Coordinamento Italiano Motociclisti -, tra cui Stefano Manno, anche lui motociclista di Aosta, rimasto intrappolato nel tunnel mentre lavorava sul suo autotreno e per i Vigili del Fuoco che sono deceduti durante gli interventi di soccorso".

 

 

 

Clara Rossi

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it