.

Coronavirus, in Valle d'Aosta mercati solo in presenza di un piano anti contagio

Il presidente della Regione Testolin firma l'ordinanza che vieta forme vendite all'aperto e al chiuso in assenza di precise misure di prevenzione

 

Mercato

AOSTA. È stata firmata oggi dal presidente della Regione Renzo Testolin l'ordinanza - preannunciata ieri - che vieta i mercati cittadini settimanali e ogni altra forma di vendita su area pubblica di generi alimentari in assenza di precise misure di sicurezza per contenere la diffusione del Coronavirus.

Il provvedimento dispone da oggi "il divieto dell’esercizio dell’attività di commercio nella forma di mercato all'aperto e al chiuso o di analoga forma di vendita su area pubblica o privata di generi alimentari se non nei Comuni in cui sia adottato dai Sindaci un apposito piano, consegnato ai commercianti" che preveda "almeno" alcune condizioni minime: perimetrazione dell'area nel caso di vendite all'aperto, installazione di varchi di accesso e di uscita (separati tra loro), sorveglianza pubblica o privata sul rispetto delle distanze interpersonali. Inoltre "per i venditori ed i compratori che possono venire a diretto contatto con i prodotti, l’uso obbligatorio di guanti monouso e mascherine o di mezzi protettivi idonei che garantiscano la copertura di naso e bocca".

Tutti gli esercizi commerciali anche all'aperto devono "ammettere e far circolare solo i soggetti dotati di mezzi protettivi idonei che garantiscano la copertura di naso e bocca" rispettare gli obblighi di "perimetrazione dell’eventuale area aperta di commercializzazione; di mantenimento di un unico accesso; di previsione di ogni strumento atto ad evitare assembramenti.

 

C.R.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it