Scuola e Coronavirus, Cisl VdA riporta l'attenzione sui precari

Pin It

'L'epidemia virale ha colpito al cuore anche la comunità educante'

 

scuolaAOSTA. Il clima di incertezze dovute al nuovo coronavirus scuote anche il mondo della scuola ed acuisce una delle questioni più spinose: quella degli insegnanti precari. Ne parla la Cisl Scuola Valle d'Aosta.

"Come sindacato della scuola auspichiamo che le nostre aule possano riaprire al più presto per accogliere piccoli e grandi alunni, perché la didattica a distanza non può certo sostituire il contatto tra pari, la comunicazione in classe, l’ascolto in presenza ed il dialogo de visu", sottolinea il sindacato evidenziando che anche in questi giorni la didattica è assicurata dalla categoria degli insegnanti che è "soprattutto composta da precari". 

Cisl Scuola ricorda che i "molti aspiranti" in attesa di essere inseriti con l'aggiornamento delle graduatorie di istituto previste a breve "dovranno ancora purtroppo attendere un anno". L'emergenza blocca inoltre i concorsi pubblici per la stabilizzazione e l'abilitazione all'insegnamento. "Centinaia di aspiranti a posto fisso, dopo anni di precariato, rimangono ancora con il fiato sospeso", dice Cisl Scuola. Ancora, esiste la questione del contratto collettivo di lavoro: "le richieste a cui dobbiamo rispondere non trovano regolamentazione nello strumento principe che scaturisce dalla contrattazione sindacale".

"L'epidemia virale da Coronavirus - aggiunge il sindacato - ha minato fortemente la nostra vita ed ha colpito al cuore anche la comunità educante, che si è vista chiudere fisicamente le porte delle aule ed ha lasciato “orfani” insegnanti, alunni e genitori della vita scolastica quotidiana".

 

E.G.

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it