Commissione inchiesta parlamentare su affidi minori, raccolta segnalazioni anche in Valle d'Aosta

 

minoriAOSTA. L'associazione Genitori separati per la tutela dei minori ha iniziato a raccogliere anche in Valle d'Aosta segnalazioni da portare alla Commissione d'inchiesta bilaterale sugli affidi e sulle comunità di tipo familiare che accolgono minori.

L'associazione spiega in una nota che è stata "approvata la legge che istituisce la Commissione d'inchiesta". "I fatti di Bibbiano - si legge - hanno scosso la coscienza dei cittadini che chiedono giustizia per gli illeciti metodi usati nei confronti di soggetti indifesi: metodi divenuti "Sistema" da cui non si salvano genitori, nonni, parenti, e minori. Sistema da cui si salvano, però, tribunali, servizi e soggetti che vi ruotano intorno attraverso accordi o protocolli, fatti valere al posto della legge".

"Le statistiche, quelle conosciute, parlano di centinaia di migliaia di bambini strappati alle famiglie con provvedimenti giurisdizionali, di cui alcuni segregati in luoghi vietati anche all'accesso dei genitori", sostiene l'associazione aggiungendo inoltre che anche "la Valle d’Aosta è dominata dalla cappa di un potere che ha sottratto i figli ai genitori - e che lo continua a fare ancora oggi - senza mai affrontare le devastanti conseguenze di una inaccettabile “politica” dei servizi sociali e dei tribunali".

L'associazione ricorda di aver "portato il nostro pensiero nei dibattiti, incontri e convegni, nella speranza di penetrare nella cultura consolidata di una giurisprudenza favorevole ad una parte e sfavorevole all’altra, maltrattando il principio di uguaglianza e di pari opportunità.". Adesso "la battaglia si rafforza con la partecipazione. Per questo invitiamo genitori e parenti a farci pervenire al 347 6504095 o via Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. racconti, notizie e fatti da portare in Commissione".

 

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it