.

Cisl Scuola sostiene la protesta dei precari: 'serve la stabilizzazione'

 

AOSTA. "Alla partenza di un nuovo anno scolastico, che richiederà grandi sforzi collettivi ed energie, sarebbe importante poter disporre sin dal 1° settembre del personale insegnante". Lo afferma la Cisl Scuola Valle d'Aosta annunciando il sostegno alla protesta dei precari che si svolgerà domani, 2 settembre, a Roma.

Per la Valle d'Aosta, dice il sindacato, "dopo le convocazioni da graduatorie di istituto effettuatesi la scorsa settimana, rimangono ancora da assegnare ben 271 cattedre (tra tempi interi, tempi parziali e spezzoni orari, nel cui numero sono compresi decine e decine di posti di sostegno), il che significa che solo ora, dopo il 1° settembre, i singoli dirigenti dovranno reperire gli aspiranti per coprire tale fabbisogno, oltre eventualmente a sostituire gli assenti per maternità, motivi di salute o personali e per altri istituti contrattuali".

Cisl Scuola chiede la stabilizzazione dei precari. "Chiediamo nuovamente dei concorsi per soli titoli - dicono i sindacati - che possano stabilizzare coloro che a scuola prestano servizio da più anni e che, per le loro condizioni di precarietà, non possono garantire la continuità sullo stesso gruppo classe o almeno nella stessa scuola".

 

 

C.R.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it