Scuola, sindacati Valle d'Aosta: il sistema non sta funzionando

 

Priorità alla ScuolaAOSTA. I sindacati valdostani della scuola aderiscono alla manifestazione nazionale del 26 settembre di Roma promossa dal Comitato Priorità alla Scuola. 

Flc Cgil, Cisl Scuola, Savt École e Snals "saranno al fianco di insegnanti, studenti e famiglie per rivendicare unitariamente una riforma radicale dell'istruzione, che ponga al centro i bisogni della comunità educante e dia prospettive future per le nuove generazioni. La scuola - spiegano - ha vissuto troppi anni di tagli economici sconsiderati e il Governo attuale ha accumulato gravi ritardi".

Anche in Valle d'Aosta "è necessario rilanciare il sistema di istruzione e auspichiamo che le forze politiche, cui spetterà il compito di guidare la Regione Autonoma si assumano questo impegno", sottolineano i sindacati. Il sistema di reclutamento "non sta funzionando - segnalano - e le graduatorie provinciali per le supplenze si sono rivelate un fallimento a causa della mole di errori compiuti dal sistema nell'attribuire i punteggi". Inoltre "le graduatorie per le graduatorie per le supplenze non sono neppure state aggiornate, facendo ricadere gli effetti di tale inadempienza sugli insegnanti che non si sono potuti inserire oppure non hanno potuto aggiornare il proprio punteggio, con il risultato che un numero ingente di supplenze è stato attribuito tramite MAD mediante procedure di scarsa trasparenza".

Questo "non è il momento di ricorrere ad azioni di sciopero", aggiungono Flc Cgil, Cisl Scuola, Savt École e Snals chiedendo "che si apra da subito una fase di intenso confronto con l’Amministrazione e il Governo" e che si apra il confronto sul rinnovo del contratto nazionale di lavoro scaduto nel 2018. "È sulla base di ciò che saranno valutate le ulteriori mobilitazioni sindacali", concludono.

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it