Chambre e imprenditori: serve lavoro coordinato per sostenere l'economia valdostana

 

Aosta

AOSTA. Aziende e professionisti hanno bisogno in questo momento di "un confronto costante, di una capacità di analisi e di una pianificazione, sia in ambito sanitario sia economico, che permettano, a breve come a medio termine, al sistema imprenditoriale di essere chiaramente aggiornato e di lavorare in un contesto meno incerto di quello attuale". Lo sottolineano la Chambre Valdôtaine e le associazioni di imprenditori, artigiani, coltivatori, commercianti, professionisti e industriali della Valle d'Aosta che insieme hanno trasmesso alla Giunta regionale e al Consiglio una lettera per proporre una "azione comune e coordinata a tutela del sistema economico valdostano".

"Pur ribadendo l'assoluta priorità degli aspetti sanitari e di sicurezza", la Chambre e le associazioni di categoria ritengono "fondamentale sottolineare l’insostenibilità, anche prospettica, della situazione in cui versano tutte le imprese valdostane".

Una soluzione c'è, spiegano, ed è quella di "mettere in campo ogni sforzo possibile per evidenziare in maniera chiara ed inequivocabile la peculiarità del sistema economico della Valle d’Aosta, unica regione italiana in cui il territorio si sviluppa interamente in area montana e che per le sue piccole dimensioni non ha un mercato interno in grado di sostenerne l'economia".

Il documento - spiegano Chambre e associazioni - ribadisce l'importanza di una apertura agli spostamenti tra Regioni che possa interessare almeno i proprietari delle seconde case e coloro che sono in possesso di una prenotazione alberghiera di almeno una notte.

Sui ristori economici, stop ai contributi a pioggia e avanti con "interventi che, basandosi su criteri oggettivi quali ad esempio fatturato, utili, livelli occupazionali e liquidità, oltre ad altri aspetti che possono risultare significativi per i singoli comparti economici".

I rappresentanti del settore imprenditoriale evidenziano infine "l'esigenza delle imprese di poter guardare al futuro con informazioni chiare e precise in merito a quelle che saranno i possibili scenari all’interno dei quali saranno chiamate a muoversi".

"In questo momento di particolare difficoltà – aggiungono i presidenti della Chambre e delle associazioni di categoria – è necessario lavorare tutti insieme superando logiche settoriali o partitiche per supportare tutti insieme una economia che altrimenti rischia il tracollo, soprattutto se messa a confronto con realtà nazionali che presentano caratteristiche completamente diverse rispetto a quelle valdostane".

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it