.

Valle d'Aosta zona rossa da lunedì. Restrizioni già nel fine settimana

Venerdì Lavevaz firmerà un'ordinanza sui movimenti tra Comuni. Intanto l'ospedale di Aosta apre un altro reparto Covid

 

AostaAOSTA. La Valle d'Aosta sarà zona rossa da lunedì prossimo, ma già da questo fine settimana saranno in vigore nuvoe restrizioni. Lo ha annunciato oggi il presidente della Regione, Erik Lavevaz, parlando della situazione dell'emergenza Covid-19 in Valle d'Aosta.

Rt e incidenza da zona rossa

Nel corso di un intervento in consiglio regionale Lavevaz ha anticipato di aver "ricevuto i dati informali sul report scorsa settimana e preso atto che il nostro Rt è da zona rossa, come peraltro ci aspettavamo. L'incidenza del contagio ha superato ampiamente i 250 nuovi casi su 100.000 abitanti" arrivando a 291 casi su 100.000 abitanti.

All'aumento generalizzato dei nuovi positivi sul territorio regionale si sommano alcune "situazioni più critiche" in qualche comune come Ayas, dove è stata isolata la variante nigeriana del virus.

Nel week end limiti agli spostamenti tra Comuni

Visto il peggiorare della situazione il presidente della Regione ha annunciato l'attivazione di restrizioni già dal fine settimana. Domani proprio Lavevaz firmerà una ordinanza che, in aggiunta alle limitazioni già in vigore, vieterà nei giorni di sabato 27 e domenica 28 marzo di muoversi da un Comune all'altro fatta eccezione per spostamenti "finalizzati a raggiungere i servizi che possono proseguire la loro attività (come i servizi di cura alla persona)". 

Scuola

L'ordinanza attesa domani non inciderà sulla scuola. Non ci saranno infatti limitazioni per gli istituti operativi anche il sabato che quindi potranno svolgere attività in presenza.

Con l'entrata in vigore della zona rossa da lunedì, in una nota palazzo regionale riferisce che "in funzione della particolare attenzione riservata al sistema scolastico, è stato avviato un confronto con il Governo centrale per consentire la didattica in presenza per le scuole dell’infanzia e primarie e il servizio degli asili nido".

Apre un altro reparto Covid al Parini

Secondo il bollettino odierno il numero di persone positive al nuovo coronavirus ricoverate sono 33, 5 delle quali in terapia intensiva. Per far fronte al crescente numeri di contagiati che hanno bisogno di cure ospedaliere l'ospedale di Aosta aprirà un altro reparto interamente dedicato al Covid, il terzo. Il nosocomio dovrà bloccare l'attività di chirurgia non urgente e gli interventi programmati.

 

Clara Rossi

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it