.

Covid, la Valle d'Aosta unica zona gialla in un'Italia bianca

Con l'attuale trend dei contagi la Valle d'Aosta potrebbe diventare zona bianca solo dal 28 giugno

 

Dehor

AOSTA. Continua a migliorare la situazione dei contagi da Covid-19 in tutta Italia. Proseguendo con questo trend dal 21 giugno tutto il paese può diventare zona bianca, ad eccezione della Valle d'Aosta.

Al momento il trend dell'incidenza dei contagi è compatibile con il colore bianco per quattro regioni - Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto - che da tre settimane registrano meno di 50 casi ogni 100.000 abitanti. A queste quattro potrebbero aggiungersi Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna. Il traguardo del bianco potrebbe essere raggiunto dal 14 giugno anche da Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia-Romagna e provincia di Trento. La settimana successiva, sempre se la media settimanale resterà buona, diventeranno bianche anche Basilicata, provincia di Bolzano, Calabria, Campania, Marche, Toscana e Sicilia.

La Valle d'Aosta potrebbe essere l'unica regione a restare gialla. Per la nostra regione il colore bianco infatti potrebbe arrivare non prima del 28 giugno. Anche questa situazione è l'effetto del ritardo con cui la terza ondata si è manifestata nella nostra regione. A marzo la curva dei contagi ha iniziato a risalire con circa una settimana di ritardo rispetto alle altre regioni, infatti mentre la Valle d'Aosta rimaneva gialla molti altri territori diventavano arancioni. Questo scostamento di circa 7 giorni è rimasto per tutta la terza ondata. Così mentre buona parte d'Italia passava dal rosso all'arancione la Valle d'Aosta rimaneva zona rossa e a metà maggio, quando le altre regioni si coloravano di giallo, la Valle era l'unica ancora arancione. Ora questa situazione si ripeterà molto probabilmente per il bianco.

 

 

Marco Camilli

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it