.

Covid-19 e vaccini, Codacons accusa: Valle d'Aosta ancora una volta impreparata

L'associazione critica verso la gestione del piano vaccinale e della sanità valdostana. «Il sistema politico amministrativo non è in grado di affrontare le difficoltà»

 

centro vaccinale

AOSTA. In Valle d'Aosta la campagna vaccinale anti Covid-19 «sta procedendo con estrema lentezza». Lo afferma il Codacons VdA in una nota critica verso il sistema di vaccinazione dei valdostani contro il nuovo coronavirus.

«Per quanto riguarda le dosi somministrate rispetto alle ricevute siamo al penultimo posto (91,1%, Fonte Il Sole 24 Ore), davanti solo alla Sardegna che però, a differenza della nostra regione, è zona bianca», evidenzia il Codacons. L'associazione dei consumatori ricorda l'indagine in corso «che vede ben 6 indagati per un accesso anomalo ai vaccini e le farmacie comunali che hanno addirittura rifiutato di somministrare i vaccini agli utenti. Le aziende - si legge ancora nella nota - solo questa settimana hanno potuto mettere in campo la propria disponibilità a vaccinare e nel frattempo il portale a servizio dei cittadini è praticamente inutile».

L'associazione segnala poi criticità nelle prenotazioni dei vaccini per soggetti con comorbidità nati tra il 1981 e il 1971. «Abbiamo ricevuto numerosissime segnalazioni - dice - di utenti con una o più patologie nati in questa fascia che non solo non hanno ancora ricevuto una data di prenotazione, ma che anche contattando il servizio Info Vaccini non riescono ad ottenere risposte di alcun genere se non di aspettare».

Tirando le somme, secondo il Codacons «ancora una volta, purtroppo, il sistema valdostano si è fatto trovare del tutto impreparato oltre che inadeguato».

«Le uniche discussioni a cui assistiamo - conclude - sono quelle sulla costruzione del nuovo ospedale mentre nessuno si preoccupa di un sistema sanitario che vede partire medici, responsabili, nel mancontento di chi rimane, e che ha liste di attesa ormai ingestibili per i pazienti. Una analisi che non lascia dubbi sulle criticità che il sistema politico amministrativo regionale non è stato in grado di affrontare con le dovute e opportune decisioni».

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it