Apicoltura, posticipato il termine per le domande di sostegno

Gli aiuti a sostegno della campagna 2021 compensano i maggiori costi sostenuti per il nomadismo e per il mantenimento degli alveari stanziali

 

Gli apicoltori hanno tempo fino a mercoledì 30 novembre per presentare domanda di accesso agli aiuti a sostegno della filiera apistica della campagna 2021, previsti dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali del decreto del 20 luglio 2022.

I contributi sono erogati a parziale ristoro dei maggiori costi sostenuti per il nomadismo e per il mantenimento degli alveari stanziali mediante nutrizioni succedanee e sono erogati sulla base del numero di alveari dichiarati nella Banca Dati Nazionale Apistica (BDN) al 31 dicembre 2021. L’importo dell'aiuto è fissato con un massimale di 40 euro per alveare.

Per accedere al contributo i beneficiari devono avere partita Iva, aver costituito e validato presso un Centro di Assistenza Agricola il proprio fascicolo aziendale e avere un indirizzo di posta elettronica certificata attivo. Sono inoltre necessari un Iban valido e le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà necessarie alla richiesta della documentazione antimafia.

Le domande devono essere presentate all'Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (AGEA) tramite un Centro Autorizzato di Assistenza Agricola.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it