Nuove sale e interattività nel rinnovato Museo di scienze naturali di Saint-Pierre

Previous Next

Il castello - museo dedicato a Efisio Noussan riapre al pubblico con sedici nuove sale e postazioni multimediali dedicate alla natura della Valle d'Aosta

 

Riapre al pubblico il castello di Saint-Pierre sede del Museo regionale di Scienze naturali "Efisio Noussan". Oggi è avvenuta la presentazione in anteprima del nuovo allestimento, frutto di lunghi lavori effettuati nei mesi passati. 

Il risultato dell'intervento di sistemazione e riorganizzazione è presentato in sedici sale distribuite su tre piani. Mappe, notizie e curiosità divulgano le informazioni sugli ecosistemi della Valle d'Aosta e nuove postazioni interattive multimediali consentono al visitatore di immergersi nella ricchezza biologica che le vallate valdostane possono vantare. Tutto per imparare a conoscere l'ambiente che ci circonda - con le sale dedicate a rocce, miniere, foreste, torrenti e ghiacciai - e ciò che lo abita - mammiferi e uccelli.

La riapertura del castello - museo è «un segnale importante per tutti», ha affermato il sindaco Andrea Barmaz. «La riapertura - ha aggiunto il presidente della Regione Erik Lavevaz - è resa possibile da un lavoro corale, fatto di competenze diverse che si sono riunite in uno sforzo complesso e collettivo: la storia della Valle d'Aosta si unisce alla sua intelligenza, per proporre un luogo che unisce la conoscenza scientifica alla capacità di divulgarla verso il grande pubblico. Il tutto in un contesto unico, che ci ricorda l’eccezionale ricchezza del nostro territorio».

Per festeggiare il nuovo Museo regionale di Scienze naturali sono programmate due aperture speciali sabato 26 e domenica 27 novembre con visite in anteprima della durata di sessanta minuti. Alcuni posti sono riservati ai residenti a Saint-Pierre: gli invenduti possono essere prenotate dai non residenti a partire dalle ore 17 di oggi.

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it