Spese gruppi consiliari, pg Cassazione chiede annullamento e rinvio

consiglio-valle

 

ROMA. Il procuratore generale della Corte di Cassazione, Alfredo Viola, ha chiesto l'annullamento con rinvio della sentenza per i 15 politici valdostani a processo per le spese dei gruppi consiliari. Il motivo alla base della richiesta è che in Appello i testimoni non sono stati risentiti in aula.

L'udienza si è svolta oggi davanti ai giudici della VI sezione penale e la sentenza potrebbe arrivare in serata. Le accuse sono, a vario titolo, di peculato, indebita percezione di contributi pubblici e finanziamento illecito di partiti.

In primo grado gli imputati dell'inchiesta, ventisette in tutto, erano stati assolti mentre nel giudizio di secondo grado in quindici erano stati condannati (con pene da un minimo di 4 mesi ad un massimo di 2 anni e 4 mesi). Tra loro ci sono anche quattro consiglieri eletti nella legislatura che sta per terminare (Carmela Fontana e Raimondo Donzel, entrambi del PD, sono attualmente mentre gli altri due, Marco Viérin e Leonardo La Torre, si sono dimessi).

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it