Sequestri Corte Conti, giudice sblocca parte di stipendi e conti correnti

corte dei conti

 

AOSTA. Il giudice ha concesso lo sblocco parziale degli stipendi e dei conti correnti intestati ai 21 consiglieri ed ex consiglieri regionali colpiti dai provvedimenti di sequesto preventivo della Corte dei Conti della Valle d'Aosta per i finaziamenti al Casinò.

Tenuto conto anche del parere favorevole dato dal procuratore nell'udienza del 21 marzo scorso, il giudice Alessandra Olessina ha mantenuto il sequestro di un quinto degli stipendi e delle indennità percepite e di metà dei conti correnti cointestati. Per i conti che invece non sono nella diretta disponibilità dei citati in giudizio è stato disposto lo sblocco totale. L'udienza è poi stata nuovamente rinviata al 24 aprile.

Il sequestro preventivo scattato un mese fa riguarda 151 immobili e 81 conti correnti a copertura del presunto danno erariale di 140 milioni di euro contestato per i fiannziamenti e le ricapitalizzazioni approvati dal Consiglio regionale negli anni passati a favore della casa da gioco di Saint-Vincent.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it