Incidente ferroviario di Caluso, indagini su comunicazioni con Trenitalia

caluso

TORINO. Potrebbe esserci stato un problema di comunicazione a monte del disastro ferroviario di ieri sera a Caluso in cui sono morte due persone e oltre venti sono rimaste ferite. Trenitalia in particolare potrebbe non essere stata informata preventivamente del passaggio del trasporto eccezionale formato da due mezi pesanti.

La società di trasporto ferroviario ha riferito che il tir investito dal treno regionale 10027, poi deragliato, «dopo aver sfondato le barriere di un passaggio a livello regolarmente funzionante, era fermo sulla sede ferroviaria». Secondo alcuni testimoni il mezzo avrebbe invece iniziato ad attraversare il passaggio a livello quando le sbarre si stavano chiudendo, rimanendo così bloccato sui binari. E' inoltre stata annunciata una interrogazione parlamentare a proposito di segnalazioni su un presunto malfunzionamento del meccanismo che aziona le sbarre.

L'autista, un cittadino lituano di 39 anni risultato negativo all'alcotest, è stato indagato per disastro ferroviario dalla Procura di Ivrea che sta compiendo accertamenti senza escludere per ora alcuna pista.

A seguito dell'incidente, Trenitalia ha disposto un servizio sostitutivo di bus per i viaggiatori della Ivrea - Aosta.

 

Clara Rossi

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it