'ndrangheta, gli arrestati portati in carceri fuori Valle

carabinieriAOSTA. Sono state portate in carceri situati fuori dalla Valle d'Aosta le persone tratte in arresto nell'operazione Geenna sulle infiltrazioni della 'ndrangheta in Valle d'Aosta.

 Le accuse rivolte a vario titolo ai 16 arrestati sono associazione di tipo mafioso e concorso esterno nella stessa, estorsione tentata e consumata, tentato scambio elettorale politico-mafioso, traffico illecito di droga, detenzione e ricettazione di armi, favoreggiamento personale.

Le ordinanze di custodia cautelare sono state firmate dal gip di Torino su richiesta della Dda. Una di queste è stata emessa nei confronti del ristoratore Antonio Raso, "Tonino", di una nota pizzeria aostana. Secondo gli inquirenti Raso sarebbe il «promotore e organizzatore» dell'articolazione territoriale di matrice 'ndranghetista insieme a Bruno Nirta. Marco Di Donato è invece considerato il capo della «locale».

 

Marco Camilli

 



Pin It
© 2020 Aostaoggi.it