Rissa per una bottiglia di vodka, chiesti 7 rinvii a giudizio

alcolici

AOSTA. Una bottiglia di vodka sarebbe la causa di una rissa scoppiata lo scorso marzo in un locale sulle piste da sci di Courmayeur, il Super G. Ma, al contrario di ciò che si potrebbe pensare, a scaldare gli animi non è stato il classico bicchierino di troppo (o almeno non solo quello), bensì una disputa tra il gestore del locale e alcuni avventori originata dal costo del superalcolico.

Sull'episodio la procura di Aosta ha chiesto il giudizio immediato per sette persone: due clienti, uno di Courmayeur e l'altro di Milano, il responsabile del locale e quattro addetti alla vigilanza nel Super G. L'accusa è rissa aggravata.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, tutto è nato dal rifiuto di applicare uno sconto sulla bottiglia da 180 Euro. Di fronte al "no" del gestore, i clienti avrebbero acquistato un'altra bottiglia in un locale vicino e sarebbero tornati nel Super G per consumarla insieme agli amici. L'accaduto e la successiva rissa sono state riprese dalle telecamere del locale e, secondo il gip, mostrano "un elevato grado di violenza".

 

 

 

 

C.R.

 

 

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it