Crac società immobiliari di Aosta, due condanne e un patteggiamento

Tribunale4x300AOSTA. Si chiude con due condanne ed un patteggiamento il procedimento di primo grado presso il Tribunale di Aosta per il crac da 2,8 milioni di euro di alcune società del settore immobiliare con sede in Valle. Le accuse erano, a vario titolo, bancarotta fraudolenta continuata ed aggravata e truffa aggravata ai danni di quattro acquirenti.

Il gup Luca Fadda ha condannato a cinque anni di reclusione Roberto Noventa, 59 anni di Charvensod, e a due anni e otto mesi Cinzia Giuliana De Michele, 55 anni residente ad Olbia. Il pubblico ministero Luca Ceccanti aveva chiesto per il primo una condanna a quattro anni e per la seconda una condanna ad un anno e sei mesi. Roberto Invernizzi, 58enne residente a Cornaredo (provincia di Milano), legale rappresentante delle società come Noventa, ha patteggiato un anno e otto mesi.

Due acquirenti truffati si erano costituiti parte civile così come il curatore fallimentare. Il gup ha disposto delle provvisionali di risarcimento.

 

 

 

 

Marco Camilli

 

 

 

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it